COMUNICATO STAMPA – RIAPERTURA SCUOLE

Piattaforma Milano apprende con soddisfazione le decisioni prese il 31/03 sera dal Governo per la riapertura delle scuole. PM su questa linea anche grazie alla riunione di mercoledì sera con centinaia di partecipanti: ora a partire da Milano i grandi “stati generali” della scuola per una totale riforma!

Il partecipatissimo incontro online – trasmesso in diretta sui social con grande successo – tenuto proprio mercoledì 31/03 sera da Piattaforma Milano sul tema “Riapriamo la scuola”, con interventi di esperti e Istituzioni ha permesso di approfondire tutti gli aspetti legati al problema, compresi gli enormi disagi, anche di carattere psicologico, subiti dagli studenti piccoli e grandi.

Hanno preso la parola l’Assessore regionale Fabrizio Sala, il Presidente del Tribunale per i Minorenni Maria Carla Gatto, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico di Milano Marco Bussetti, Riccardo Bettiga, garante per l’infanzia della Lombardia, Giampiero Redaelli,Presidente Scuole Materne Lombardia. Ulteriori interessanti gli interventi della prof.ssa Sara Gandini, Docente Statistica Medica dell’Università degli Studi di Milano, del prof. Domenico Squillace, Preside del Liceo Scientifico Volta e di Maria una studentessa liceale, coordinati da Roberto Pasolini, Dirigente Scolastico e Coordinatore Commissione Educazione Piattaforma Milano e Carmelo Ferraro, Presidente Piattaforma Milano.

Il dibattito, sulla base di una approfonditissima ricerca scientifica, ha appurato che, come affermato dal Presidente Draghi: “la scuola fino alla prima media di per sé non è fonte di contagio, il pericolo è nei trasporti e nell’attività parascolastica”. L’analisi porta anche ad evidenziare che la chiusura e/o l’apertura delle scuole è spesso una decisione politica e non solo tecnica sanitaria. Da qui la soddisfazione di Piattaforma Milano per l’affermazione di Draghi “se vi saranno spazi per le riaperture, la prima a riaprire sarà la scuola”, che si concretizza nel decreto in cui si prevede l’automatismo di apertura, anche per la scuola superiore, in funzione della “colorazione del territorio”, in base alla situazione pandemica.

Tutti i relatori hanno convenuto che occorrerà un grande lavoro sinergico e l’impegno di tutti affinché la Lombardia torni al più presto ad essere “zona arancione” e che è necessario che la ripresa delle lezioni per 2e e 3e medie e nella scuola superiore non siano più interrotte curando protocolli che ne permettano l’apertura anche nel caso si torni “zona rossa”, come già avviene dal 7 aprile per le scuole dell’infanzia, primaria e prima media.

Il Presidente di Piattaforma Milano, Carmelo Ferraro, ha ribadito che la scuola merita tutta l’attenzione del mondo politico poiché è sulla scuola che si costruisce il futuro di un Paese.

Bisogna fare di tutto, fare rete, mettersi tutti in campo affinché le scuole riaprano, ma è necessario che anche le scuole si riaprano alle realtà sociali attive e responsabili, perché questa sia anche la grande occasione per rinnovare e ripensare il sistema educativo e didattico affinché la scuola torni ad essere spazio di educazione e crescita personale per gli studenti.

Nell’occasione Piattaforma Milano ha lanciato la proposta di far partire da Milano dei grandi “stati generali” della scuola per superare l’attuale assetto, che tenga conto delle enormi difficoltà del periodo, e arrivi a nuove forme di autonomia per gestire queste emergenze superando le difficoltà che già erano presenti, prima della Pandemia.