Anime unite. Sul tavolo le nuove sfide

I milanesi hanno bisogno di riaffezionarsi alla buona politica, nel senso dell’attività che, attraverso il loro contributo diretto, li aiuta a plasmare un’idea di polis che rispecchi i loro valori di dinamismo, operosità, solidarietà. È lo scopo di Piattaforma Milano, un coordinamento di forze

liberali, moderati e popolari – non populiste – unite da un forte e rinnovato impegno per il futuro di Milano.

Liberali, riformisti, cattolici e popolari devono unire le forze per poter rilanciare Milano in vista

anche delle sfide che ci attendono, tra queste: la candidatura di Milano per la sezione del “Tribunale Unificato dei Brevetti Europeo” e le “Olimpiadi”, ma dentro un contesto sociale, culturale e politico dove la burocrazia sia snella e il decentramento rafforzato. Le anime milanesi devono unirsi nel dialogo con istituzioni, con i corpi intermedi, con le realtà associative: in particolare è centrale il ruolo rivestito dal terzo settore nel creare inclusione e rappresentare quelle fragilità e diversità che ci ricordano quanto solo noi possiamo essere artefici di un futuro prospero e quanto i punti di vista differenti e la capacità di accoglierli ci rendano ogni giorno una società più civile e ricca.

Sono centrali il dialogo e la responsabilità, insieme alla voglia di far tornare protagonista la società civile, quelle “buone prassi” che lavorano in silenzio. L’innovazione applicata ai metodi di inclusione, della partecipazione e dell’azione democratica sono anche esse importanti perché Milano sia realmente una città allineata con le realtà Europee dove il benessere della persona è ogni giorno al centro di tutto e una priorità.

Carmelo Ferraro

Direttore Ordine avvocati e presidente Piattaforma Milano