Il progetto Westfield

Appello al Presidente Fontana e al Sindaco Sala: non trascurate il progetto Westfield: la sua cancellazione sarebbe un disastro per il territorio

Di pochi giorni fa è la notizie che nel bilancio della multinazionale Westfield sarebbe stato “sospeso” il progetto del mega centro commerciale di Segrate a causa delle incertezze generate dal Coronavirus. Nonostante la rassicurazione dei rappresentanti italiani del progetto non possiamo che mostrare tutta la nostra inquietudine.

Stiamo parlando del progetto del più grande centro commerciale d’Europa con investimenti per 1,6 miliardi di euro (fonte Sole 24 ore), di cui ben 150 destinati a progetti a servizio della viabilità locale. Un progetto che avrebbe portato a partire dal 2023, secondo alcuni rapporti, oltre 21.000 posti di lavoro diretti, un probabile aumento del 20% del traffico passeggeri a Linate e innumerevoli vantaggi all’economia non solo locale ma anche milanese e lombarda.

Al di là di qualche dichiarazione di politici locali non c’è stata ancora alcuna presa di posizione da parte del Sindaco della Città Metropolitana e del Presidente lombardo Sala, certamente impegnati sulla gestione dell’impegnativa “fase 2”.

La commissione Sud Est di Piattaforma Milano, associazione di impegno civico che coinvolge molti politici e amministratori locali, si appella a loro perché la società Westfield ritorni su sui passi mantenendo per quanto possibile i propri programmi, o percorrendo soluzioni progettuali alternative. L’investimento è troppo importante per essere abbandonato o solo ritardato.Ne va della crescita di tutta la grande Milano e dell’intera Regione.

Marcello Menni
Coordinatore
Commissione Sud Est
Piattaforma Milano

Carmelo Ferraro
Portavoce
Piattaforma Milano

Cofirmatari:  Laura Aldini – Giuseppe Bellantoni – Carmen Bellantoni – Stefano De Caro – Luca De Caro – Paola Gallarotti – Carla Maldotti