VIOLENZA NO GRAZIE! – Segrate – Resoconto

Dopo gli incontri  di Abbiategrasso,  e Rho,  il 25 Novembre, giorno internazionale contro la Violenza sulle donne,  Segrate ha ospitato la terza tappa di “Violenza, No Grazie!”, progetto congiunto delle Commissioni Pari Opportunità e Territoriali di Piattaforma Milano, che ha lo scopo di fare il punto sui maltrattamenti alle donne.

Nella elegante  cornice dello Sporting Club Marconi dopo i saluti di Carmelo Ferraro, Presidente di Piattaforma Milano, e di Marcello Menni Delegato Commissione Sud Est, ha preso il via un talk show con e fra i tanti relatori, in modo da poter affrontare il tema da più punti di vista. Alle domande di Orietta Colacicco, Coordinatore Generale del progetto e Co Coordinatore generale delle Commissioni di Piattaforma Milano, hanno risposto Andreas Aceranti, che da criminologo psichiatra ha tracciato il distinguo, tratteggiando i loro profili, fra gli  aggressori “occasionali”, denominati “predatori”, e i carnefici del contesto familiare, l’Avvocato penalista Anna Gesualdo, Delegata Commissione Pari Opportunità, ha spiegato che cosa comporta l’introduzione del codice rosso in termini di accelerazione dei tempi e di inasprimento delle pene, mentre Maryan Ismail, Antropologa e Coordinatrice della Commissione Periferie, Coesione Sociale e Pari Opportunità ha introdotto l’aspetto culturale del problema e delle violenze nascoste. Ma c’è anche un maltrattante da difendere e recuperare, ha ricordato Andrea Del Corno, Avvocato penalista, Segretario dell’Ordine degli Avvocati di Milano e Segretario di Piattaforma Milano. Fra accusa e difesa entrano in gioco gli investigatori privati, come ha ricordato Laura Giuliani Presidente internazionale  di World Association of Detectives (WAD). A come è organizzato il territorio ha risposto Ornella Vetrone, Avvocato penalista,  che per la Commissione Sud Est di Piattaforma  si occupa del fenomeno. I numeri sono significativi nell’area di Segrate, Pioltello Vimodrone, Rodano e nel biennio 2018-2019 264 donne hanno contattato il centro antiviolenza, 185 sono state accolte con uno o più colloqui e  153 sono state aiutate con un progetto personalizzato.  17 donne e 23 minori sono stati messi in protezione. Il tenente Valerio Azzone Comandante dei Carabinieri del Nucleo radio mobile di San Donato, alla  domanda sul ruolo delle forze dell’ordine ha portato l’ampia esperienza nell’attività di sostegno alle vittime svolta dai carabinieri.

in sala, fra gli ospiti anche  Rita Galeone, Coordinatrice Delegata  Casa, Lavori Pubblici e Urbanistica e Roberto Nozza Delegato ai Lavori Pubblici di Piattaforma Milano. In Gennaio momento finale a Milano, con la presentazione del libro bianco sulle buone pratiche raccolte nei diversi territori.